Formazione e aggiornamento.

Con questa piattaforma puoi scegliere tra le tante iniziative formative proposte nel catalogo online dalle Scuole e dai Soggetti accreditati/qualificati MIUR ai sensi della direttiva 170/2016.

 


 

  • Corso base di Microsoft Word

 

  • Corso base di informatica 

 


 

 

 

 

 

 


 


 

 


Applicazioni e strumenti per una didattica innovativa e inclusiva. 

Schooltoon è un progetto molto ambizioso che mette a disposizione di docenti ed alunni una notevole quantità di contenuti didattici digitali sotto forma di cartoni animati e di linguaggi decisamente innovativi. Semplificare l’accesso alla cultura, su computer come su smartphone e tablet, Schooltoon mira ad abbattere le barriere legate alla diversità, facendo dell’inclusività sociale un elemento cardine del modello di diffusione del sapere.

https://www.schooltoon.com/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Kahoot Rappresenta uno strumento molto coinvolgente e semplice da usare per creare quiz, discussioni e sondaggi on line da utilizzare al termine di una lezione per verificare la comprensione degli argomenti. 

Perché usare i test e i questionari interattivi nella didattica? Alcune ricerche nel settore parlano proprio di ‘testing effect’, l’effetto positivo dei test sulla memoria. Lo sforzo per richiamare alla mente quanto appreso durante un test permette di ricordarlo in forma superiore a quanto si possa ottenere con un tradizionale ripasso dei contenuti, perché trasforma l’apprendimento da passivo (‘ripeto i contenuti memorizzando’) a attivo (‘recupero mentalmente le informazioni utili a rispondere al test’). L’attività di risposta ai test non permetterebbe solo l’attivazione delle conoscenze e il loro mantenimento nel tempo, ma sembrerebbe anche produrre una riorganizzazione dei saperi superiore a quella che si ottiene, per esempio, con la produzione di mappe concettuali.

Secondo questi studi, lo sforzo di superamento del test agevolerebbe il collegamento e la mobilitazione delle conoscenze in contesti diversi da quelli in cui si sono appresi. E infine migliorerebbe le capacità metacognitive dello studente permettendogli di riflettere sulla situazione e sulla qualità del proprio apprendimento.

Per poter utilizzare la piattaforma occorre una superficie su cui proiettare le domande – LIM o semplice videoproiettore – e device di ogni tipo che si possano collegare a Internet (smartphone, computer, tablet) usati come risponditori attraverso i quali gli alunni inviano le risposte al sito. Con Kahoot l’atmosfera in classe diventa di grande effervescenza e concentrazione collettiva, in un’allegra competizione stimolata anche dalle classifiche intermedie dei risultati proiettati su schermo e dal podio finale dei vincitori. La presenza di una “colonna sonora” dal ritmo incalzante serve a dare la carica ai concorrenti perché quella che si realizza è una vera e propria gara nella quale il coinvolgimento degli alunni è assicurato. Gli alunni non hanno bisogno di un account per accedere ma lo fanno semplicemente tramite il PIN che viene generato prima di iniziare la competizione. Kahoot! è gratuito e può essere utilizzato con qualsiasi browser.

 


Thinglink.

Per coinvolgere gli alunni, appassionarli ad un nuovo argomento, rendere più interessanti le lezioni e soprattutto per comunicare in modo più efficace esistono ormai moltissimi programmi : uno di questi è Thinglink.

È una piattaforma di tecnologia didattica che permette di arricchire facilmente immagini, video con l’inserimento di informazioni e collegamenti aggiuntivi. Oltre 4 milioni di insegnanti e studenti utilizzano ThingLink per creare esperienze di apprendimento visivo accessibili nel cloud.

La piattaforma ha una versione free e una premium : la versione free ci permette di lavorare egregiamente con gli studenti. La versione premium permette di gestire le foto 360° e i video ed inoltre si possono registrare fino a 200 alunni. In certi periodi dell’anno in occasione di eventi, esistono dei codici coupon, che abbassano i costi a poche decine di euro all’anno. Creare un Thinglink VR 360° funziona quasi come la creazione di un Thinglink Immagine. Si parte con un immagine a 360°. L’account a pagamento prevede di poter usarne alcuni davvero belli. Ma si possono creare personalmente con lo smartphone con la funzione panoramica oppure con applicazioni gratuite come StreetView di Google.

 


GENIAL.LY

Un unico strumento per creare tutti i tipi di risorse didattiche, presentazioni, giochi, immagini interattive, mappe, processi illustrati, CV, ecc. Ideale per tutti i livelli di istruzione (primaria, secondaria e superiore) ed e-learning. Genial.ly è una piattaforma online freemium che consente di creare una vasta tipologia di differenti contenuti digitale che possono essere impiegati nel processo di apprendimento e insegnamento. https://www.genial.ly/

 


CMAP TOOLS

E’ un programma per creare e utilizzare mappe concettuali relative a qualunque contesto formativo. Sviluppato da un istituto di ricerca, CMAP TOOLS offre le tipiche caratteristiche dei programma per la creazione di mappe concettuali : costruzione e collegamento tra nodi, link da ciascun nodo verso risorse esterne al programma (file, siti web, audio, video, ecc.), esplosione dei nodi su più livelli, ecc.
Aspetto qualificante di CMAP TOOLS è la possibilità di condividere le mappe. Ciascun utente, infatti, può:

  • creare le proprie mappe sul computer locale;
  • condividere le mappe depositate su appositi server (CmapServers) localizzati sulla rete Internet;
  • collegare le proprie mappe alle mappe condivise su Internet.

Il programma si compone di due ambienti, specifici per le due funzionalità fondamentali: creazione di mappe e gestione di mappe in locale o condivise. Le mappe costruite con Cmap Tools possono essere trasformate in pagine web. L’help in linea è molto dettagliato e viene fornito in versione italiana. Scaricabile dalla rete al seguente indirizzo: http://cmap.ihmc.us/download/


COOGLE

Si stratta di una applicazione che permette di creare bellissime mappe mentali in modo rapido e semplice. Il valore aggiunto consiste nel fatto che permette di condividerle con amici e colleghi per lavorare insieme alle tue idee. Le modifiche apportate verranno visualizzate immediatamente nella loro app o browser, ovunque si trovino nel mondo. https://coggle.it/

 

 


Strumenti per sviluppare il pensiero computazionale.

 


 

Applicazioni per alunni con bisogni educativi speciali

 

SPEAK READER è una piattaforma web per la sintesi vocale in cui dobbiamo solo incollare il testo e scegliere la lingua e la velocità di lettura. Il servizio è totalmente gratuito, non necessita di registrazione e usa la funzione esistente di Google e Microsoft per la sintesi vocale, generando un risultato decisamente interessante. L’effetto è simile a quello che si ottiene inserendo il testo nel traduttore di Google e premendo l’icone dell’altoparlante, anche se in questo caso possiamo farlo più velocemente, potendo accedere a un selettore di velocità, cosa impossibile su Google. È anche possibile importare file PDF o libri elettronici in pdf, epub, doc, docx e txt. Possiamo anche usarlo da smartphone, installando l’applicazione URL Forwarder. https://www.naturalreaders.com/online/

 

PICK EDITOR Un disturbo specifico dell’apprendimento, come la dislessia, non è uguale per tutti: ciascuno ha necessità diverse quando scrive o legge. Pick Editor è un progetto made in Italy, nato per aiutare i bambini dislessici nella videoscrittura. Si tratta di uno strumento compensativo decisamente innovativo che facilita la scrittura ai bambini con DSA. Pick Editor si porpone come editor di testo che consente di adattare la formattazione del testo alle specifiche necessità di ogni bambino dislessico. Per utilizzarlo non occorre registrarsi e le modalità d’uso sono semplici ed intuitive, grazie alle sezioni presenti nella barra in alto, con cui si agisce sul carattere, sulle doppie (per alcune coppie è possibile cambiare tipo di font), sulla distanza tra le lettere, sulla distanza tra le parole, sull’interlinea. Quando i bambini scrivono le loro parole, evidenziandole, possono modificarne la grandezza ed inserire il grassetto. E’ presente un pulsante che permette di stampare direttamente il testo scritto e anche di connettersi con Google Drrive per salvare quanto elaborato o per caricare nuovamente i file di testo creati con Pick Editor e salvati nel cloud. http://www.pickeditor.com/

 

NATURAL READERE’ una piattaforma di grandissima utilità per tutti gli studenti dislessici che, nella versione gratuita, consente l’uso illimitato delle voci free (quelle contrassegnate con il Premium possono essere ascoltate per un massimo di 20 minuti al giorno), supporta file pdf e la maggior parte dei formati testuali ed è accessibile da dispositivi mobili. Sono davvero pochi i servizi per la sintesi vocale online paragonabili a Natural Reader. https://www.naturalreaders.com/

 

FACILITATORE ORTOGRAFICO – Il Facilitatore Ortografico é uno strumento digitale progettato da Claudia Durso, pedagogista esperta in Difficoltà Specifiche di Apprendimento presso il Centro Risorse Educative Didattiche e tradotto in formato digitale da Gianni Fadda, esperto informatico per le disabilità presso il C.R.E.D.

Il Facilitatore Ortografico è stato progettato per aiutare i bambini che evidenziano anche difficoltà ortografiche, tenendo conto delle loro specificità, apportando modifiche e correzioni man mano che ne veniva verificata l’efficacia e la funzionalità.

Il Facilitatore Ortografico favorisce la suddivisione di fonemi e grafemi e la loro discriminazione, promuove i processi di autocorrezione e consente  la registrazione degli eventuali errori con il minimo di intervento.

Il suo utilizzo si è rivelato particolarmente efficace nel favorire dinamiche di autocorrezione per i bambini diagnosticati DSA e con difficoltà non specifiche di apprendimento. A livello individuale si è dimostrato molto utile per i bambini con ADHD e/o con aspetti oppositivi e per bambini con importanti difficoltà nella scrittura.

Questo strumento é ovviamente indicato per l’intero gruppo classe, sin dall’inizio dell’attività di scrittura: fine prima e seconda primaria. “Il suo utilizzo a partire dal primo ciclo della primaria, favorisce sin da subito una attitudine alla consapevolezza metafonologica e all’autocorrezione oltre a favorire un apprendimento più rapido della sintassi e ortografia in particolare nell’apprendimento dell’uso delle doppie; H; digrammi e trigrammi; dittonghi; apostrofo e alle fusioni e separazioni “illegali”.

Il programma si presenta con una interfaccia di facile accesso ed uso, diviso in due “ambienti” distinti: il primo ambiente è riservato alla introduzione del dettato di brani, di frasi o di parole che l’insegnante intende presentare al bambino o alla classe. Il secondo ambiente crea una griglia per ogni parola o sillaba presente nel dettato.
Le due pagine sono stampabili separatamente. La prima è utilizzata dall’insegnante o logopedista, la seconda, con la griglia, è utilizzata dal bambino.
La prima interfaccia contiene dei “facilitatori o anticipatori ortografici” rappresentati da: lettere dell’alfabeto; dittonghi; digrammi e trigrammi; gruppi consonantici; doppie; “H”; apostrofo.
Tali anticipatori possono essere selezionati e resi evidenti, costituendo per il bambino degli ausili alla scrittura corretta, in quei casi di mancato accesso alla memoria di lavoro di alcuni elementi della scrittura o in quelle circostanze di estrema resistenza al cambiamento.
I facilitatori verranno esclusi man mano che il bambino riesce a recuperare in memoria l’informazione necessaria. Anche il font può essere determinato nella sua grandezza a priori, facilitando così la lettura anche da parte di bambini con difficoltà visive. 

https://www.ausiliotecafirenze.org/tools/dettato/dettato/index.php